Circolo dei Sambenedettesi contro la manifestazione al Mazzoni: “Si poteva fare in un secondo momento”

Print Friendly, PDF & Email

“La cerimonia del Mazzoni? Andava evitata così come non andava fatta neppure a San Benedetto”. Lo afferma il presidente del Circolo dei Sambenedettesi Rolando Rosetti che ricorda a tutti la situazione che si sta fronteggiando in tutta Italia. “Il ringraziamento al personale sanitario – spiega Rosetti – sia quello dell’ospedale Covid di San Benedetto che delle altre strutture che stanno garantendo supporto, può certamente essere fatta in un secondo momento”.

Il presidente del Circolo si riferisce in particolar modo alle scene viste ieri al Mazzoni di Ascoli: “Quell’assembramento è stato davvero inopportuno perché fornisce ai cittadini un’immagine di quello che non bisognerebbe fare”.

Dall’ospedale ascolano sono infatti arrivate, sia via web che attraverso le emittenti televisive locali, immagini di autorità civili, militari e di operatori sanitari, assembrati tra le auto di ordinanza. “Non è stato un bel vedere di questi tempi – insiste – né uno spettacolo da mostrare. O si sta tutti in casa, osservando le regole, oppure chiunque si sente autorizzato a fare festa. Nella nostra città c’è chi sta dimostrando come sia possibile informare e aggiornare la cittadinanza in maniera puntuale e dando voce a chi è in grado di fornire il polso della situazione e parlo del giornalista Remo Croci che, come cittadino sambenedettese e marchigiano, sento di ringraziare vivamente”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA