Che fine ha fatto il corno del monumento al Pescatore?

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Che fine ha fatto parte della tromba che il monumento al pescatore stringe tra le mani? Se lo chiedono qui cittadini che, passando quotidianamente, lungo via delle Tamerici, si sono accorti del particolare alzando gli occhi al cielo.

Un dettaglio che a qualcuno è passato inosservato, anche per via della distrazione e dell’altezza da terra dell’opera, ma che diventa lampante se si confrontano le immagini dell’attuale statua con quelle di qualche tempo fa.

Realizzato da Cleto Capponi e installato nel 1978, il monumento al pescatore riproduce la tenuta dei marinai durante le tempeste quando, per richiamare l’attenzione sul pericolo derivante dalla nebbia incombente sul mare, ci si serviva per l’appunto della tromba.

Va ora capito se l’episodio va ricondotto al gesto di qualche vandalo o ad un gesto accidentale.

CONDIVIDI