Avis, nell’ultimo anno donazioni in aumento: “Dato in controtendenza rispetto alle altre Regioni”

Print Friendly, PDF & Email


SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nell’ultimo anno c’è stato un incremento di 166 donazioni a San Benedetto. Lo comunica con soddisfazione l’Avis, che gode di 226 nuovi soci iscritti.

“Un dato in controtendenza rispetto ad altre regioni – spiega il vicepresidente Marco Lorenzetti – motivo per cui si tratta di numeri importanti”.

Entusiasta anche il sindaco Pasqualino Piunti: “Le cifre testimoniano l’impegno dell’Avis nel campo della sensibilizzazione. Con il Comune c’è una collaborazione strettissima. Da parte nostra c’è stata la volontà di dedicare proprio ai donatori di sangue la rotatoria antistante il Municipio”.

Come da tradizione, l’Avis ha assegnato dieci borse di studio ai ragazzi donatori degli istituti superiori della città che hanno conseguito la maturità lo scorso luglio.

Per l’Ipsia prima classificata Martina Lattarulo, secondo Andrea D’Alba. Per l’Alberghiero primo classificato Szymon Piotr Rogus, secondo Nicolas Capriotti. Per il Commerciale prima Michela Stasio, seconda Martina Chiappini. Per il Classico prima Ilaria Piunti, secondo Mauro Sabatini. Per lo Scientifico primo Matteo Silecchia, secondo posto per Altea Carminucci.

Per il primo il valore della borsa di studio è di 500 euro, per il secondo di 200. I punteggi sono stati calcolati in base al voto conseguito alla maturità e alle donazioni di sangue intero e di plasma.

Tra gli studenti le adesioni sono state 45, 26 sul fronte dei ragazzi e 19 per quel che riguarda le ragazze.


CONDIVIDI