Autostrada, situazione drammatica. Il Prefetto in riunione con Anas, tecnici e amministratori

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Risolvere in tempi brevi i problemi della A14, dove ogni giorno migliaia di automobilisti sono costretti a sopportare chilometri di fila. A parlare, in un incontro avvenuto mercoledì in videoconferenza, sono stati i rappresentanti di Anas e Società Autostrade, la vicepresidente della Regione Anna Casini, il Prefetto Rita Stentella e alcuni sindaci e i referenti dei Comuni più colpiti dall’emergenza.
“Due giorni fa Autostrade ha inviato i progetti dei viadotti della A14 ancora sequestrati al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che ha affermato di verificarli in tempi brevi, forse anche in settimana”, ha affermato la Casini. “Poi spetterà alla Procura di Avellino, che ha sequestrato i viadotti, decidere il dissequestro delle corsie. Se ciò accadrà, si potranno aprire due corsie ridotte già dalla notte stessa del dissequestro. I tempi? Si è parlato di metà mese come possibile data utile per avere notizie “confortanti” perché oltre al possibile dissequestro, concluderanno anche le verifiche e i lavori nelle gallerie”.

Buone notizie arriverebbero anche per l’Ascoli-Mare: qui i lavori per la sicurezza termineranno entro una settimana: “Anas ci riconsegnerà una viabilità a regola d’arte e nel mese di agosto non ci saranno lavori nel tratto del terzo lotto”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA