Pallamano, Monteprandone ricorda Daniele Iadarola

Print Friendly, PDF & Email

Niente poker di successi al Memorial Daniele Iadarola per l’HC Monteprandone, stavolta vince Ancona, ma comunque missione compiuta. Il senso più autentico del primo sabato di ottobre, infatti, era onorare la memoria dello sfortunato giocatore blu, scomparso in un tragico incidente nel 2006; ebbene, la società dei fratelli Roberto e Pierpaolo Romandini ha reso omaggio come si doveva al figlio di Pasquale, fondatore della pallamano monteprandonese.

Lo ha fatto con la consueta visita al cimitero, coi pensieri e gli omaggi dedicati alla famiglia e poi, naturalmente, attraverso l’ormai tradizionale appuntamento precampionato.

HC secondo sul parquet del palazzetto di via Colle Gioioso. Prima il successo di misura sull’NHC 2019 Teramo, 23-22, poi il 18 pari contro Città Sant’Angelo (alla fine terzo). Nella sfida per il primo posto, però, Ancona ha battuto 25-18 i ragazzi di coach Andrea Vultaggio, che ha potuto far (ri)debuttare con la maglia di Monteprandone (stavolta in verde) i due cavalli di ritorno, il portiere Andrea Mucci e l’ala destra Morgan Nepa.

Aspettando di conoscere gironi e calendario del prossimo torneo di serie B maschile, al Colle Gioioso finale con premiazioni (in presenza del sindaco Sergio Loggi), targhe ricordo e un grande applauso salito fino al cielo per Daniele Iadarola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI