Il Comune vieta alla Vodafone di installare un’antenna ma perde la causa

Print Friendly, PDF & Email

MONTEPRANDONE • Si è conclusa al Tar di Ancona la querelle che andava avanti da dieci anni tra il comune di Monteprandone e l’azienda Vodafone Omnitel. L’amministrazione negò all’azienda di installare un’antenna sul territorio comunale, nella zona della frazione di Centobuchi.

Alla base di quel rifiuto c’era il piano per le antenne vigente all’epoca ma nel frattempo il Comune decise di consentire l’installazione dell’impianto chiedendo così di bloccare il ricorso in atto. I giudici hanno però bocciato l’istanza del Comune condannandolo a pagare le spese di 1500 euro.





© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI