Emergenza idrica, consumi eccessivi a Monteprandone. L’appello di Loggi: “Rispettiamo le regole”

Print Friendly, PDF & Email

MONTEPRANDONE – Il sindaco di Monteprandone Sergio Loggi è tornato a rivolgersi alla cittadinanza dopo aver appreso dalla Ciip che si è registrato un consumo eccessivo di acqua lungo il territorio comunale in particolare tra le 18 e le 19. “Invito tutti – spiega – a non utilizzare acqua potabile per riempire piscine private, annaffiare giardini e orti o lavare automobili. La chiusura notturna dei serbatoi dalle 22 alle 6 è una misura che sta già portando notevoli disagi a tutti noi, anche nelle due ore successive alla riapertura, quando la pressione dell’acqua è molto ridotta. Evitiamo comportamenti scorretti che potrebbero portare il gestore del servizio a provvedimenti ancora più drastici e a una maggiore razionalizzazione della risorsa. Cerchiamo di rispettare le regole per non aggravare una crisi idrica che ha già raggiunto il livello di allerta rosso. Confido nella responsabilità di ciascuno di voi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI