Nuova luce per il Paese Alto di Grottammare. I nuovi led ora animano le antiche lanterne

Print Friendly, PDF & Email

GROTTAMMARE – Il Paese Alto di Grottammare cambia volto. Sono state sostituite circa 150 punti luce delle lanterne antiche con illuminazione a risparmio energetico. I lavori, iniziati i primi di dicembre, termineranno entro la fine del mese quando saranno installate anche le lampade architetturali. I nuovi punti luce a led illuminano tutta la zona del Vecchio incasato che va da via Sant’Agostino fino al parcheggio Sisto V, verso via dei Pini. Mentre per quanto riguarda la parte Marina della città le zone interessate sono quelle di via Sisto V, via Garibaldi e via Ballestra.

«Il processo di nuova illuminazione – dice Bruno Talamonti consigliere comunale delegato alle manutenzioni – è quasi terminato. E’ stata sostituita l’80 per cento della vecchia illuminazione con nuove lampade a led. Adesso siamo in attesa del nulla osta da parte della Soprintendenza per procedere con l’installazione dei punti luce architetturali che saranno installati sui palazzi storici del Paese Alto». In particolare i punti luce sono volti ad esaltare e mettere maggiormente in evidenza il teatro dell’Arancio, le Logge, la chiesa di San Giovanni, il Torrione della Battaglia e la chiesa di Santa Lucia. «Si tratta di un lavoro – prosegue Talamonti – che rientra nel pacchetto del decreto Crescita efficientamento energetico. Un progetto al quale come Comune abbiamo aderito e che fa seguito alla Legge del 2019, del Ministero dello Sviluppo Economico, che eroga una determinata somma che varia in base al numero degli abitanti. Dunque un’importante opera di sostituzione dei punti luce i cui lavori termineranno entro la fine di questo mese gennaio».

Circa 250 i punti luce che saranno sostituiti, compresi quelli che interesseranno la zona Marina della città, per un investimento complessivo di circa 100mila euro, di cui 90 mila euro rientrano appunto nel progetto dello Sviluppo Italia finanziati con il decreto crescita, al quale il Comune di Grottammare ha aderito. I restanti 10mila euro sono stati messi in campo dal Comune di Grottammare.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI