Grottammare, l’Istituto Locatelli dona un elettrocardiografo digitale all’Avis locale

Print Friendly, PDF & Email

GROTTAMMARE – L’istituto Locatelli dona un elettrocardiografo digitale, di ultima generazione, all’Avis di Grottammare. Un’iniziativa i cui dettagli sono stati illustrati questa mattina in videoconferenza. «Il Comune di Grottammare è onorato di poter guardare alla realizzazione di questo progetto». Sono le parole del sindaco Enrico Piergallini che aggiunge: «L’apertura del plesso scolastico Locatelli è stata una benedizione per la città. Non solo per l’istruzione ma anche per il cuore e la generosità, e questa donazione ne è conferma. Un sostegno anche per affrontare i prossimi mesi con maggiori strumenti. A settembre riapriremo le scuole e lo faremo con uno spirito più positivo, grazie anche all’istituto scolastico grottammarese che con una raccolta di fondi ha deciso di sostenere il terzo settore». L’importanza di trasmettere ai giovani lo spirito di solidarietà è quanto sottolinea Giuseppe Dì Giminiani dell’istituto Locatelli: «Questo progetto lo porto avanti da anni. I giovani si devono dedicare alla solidarietà, per questo importante farlo durante le manifestazioni scolastiche. Qualsiasi ente aiuteremo è importante far capire il valore della solidarietà, non devono allontanarsi da questo sentimento». L’elettrocardiografo digitale donato all’Avis di Grottammare permettere il collegamento con il servizio di cardiologia dell’ospedale di San Benedetto per poter avere dei referti online. «Per noi è molto significativo – spiega Mirco Piersimoni presidente dell’Avis Grottammare siamo un’associazione nata sul territorio sei anni fa, siamo orgoglio di essere stati scelti dall’istituto e questo ci fa capire che stiamo lavorando bene. La nostra collaborazione è nata già qualche tempo fa. Questo ci permetterà di realizzare ancora meglio l’iniziativa del DonoDay nel corso della quale medici sono a disposizione degli aspiranti donatori per fare visite di idoneità. Abbiamo pensato a questa iniziativa per andare incontro a coloro che ne sono interessanti di poter svolgere queste visite in una formula più pratica. Tutto questo in collaborazione con la Misericordia di Grottammare». Uno strumento che sarà utilizzato anche per visite di prevenzione rivolte ai cittadini. Il colonnello Vanni Scacco sottolinea come: «Il concetto di scuola non sia visto solo dal punto di vista delle nozioni, ma anche promotore di iniziative di solidarietà».


© RIPRODUZIONE RISERVATA