Grottammare, alla foce del Tesino arriva un “Teatro sul Mare” per tenere gli eventi estivi

Print Friendly, PDF & Email

GROTTAMMARE Dagli steward che controlleranno le spiagge libere a delle stanze virtuali dove il sindaco incontra gli addetti al turismo e agli eventi grottammaresi. Il sindaco Enrico Piergallini si prepara a affrontare un’estate insolita, mai vissuta prima, quella contrassegnata dal Covid -19. «C’è un fattore sociologico del turista – spiega Piergallini – del quale attuale attualmente non è semplice prevedere il comportamento legato all’evoluzione della situazione epidemiologica che si modifica di giorno in giorno. Se la curva dei contagi dovesse migliorare ancora di più credo che in qualche in modo l’estate ce la possiamo giocare». Da domani, in concomitanza con l’attivazione del servizio di salvataggio in spiaggia prenderanno servizio in circa 20, delle 31 spiagge libere presenti sul territorio grottammarese, 16 steward, divisi in due torni, che si occuperanno di far rispettare distanziamento delle persone, la sanificazione delle docce e daranno informazioni sul corretto utilizzo della spiaggia. Inoltre metteranno a disposizione dei bagnanti dispositivi in plastica in grado di circoscrivere il posto ombrellone e delimitare, di conseguenza, le distanze da rispettare.

«Abbiamo cercato di costruire una rete di dialogo con gli operatori del turismo – aggiunge -, attraverso l’apertura di stanze digitali con un programma di incontro in remoto utilizzati per potere leggere e commentare insieme i protocolli regionali risolvendo dubbi e adottando comportamenti condivisi. La parola d’ordine è sicurezza: il turista dovrà avere la percezione di un ambiente organizzato per la sua sicurezza sanitaria». Anche per gli eventi il Comune ha creato una stanza digitale, denominata Eventi Estate 2020, alla quale hanno accesso le associazioni e soggetti che lo scorso anno hanno collaborato per l’organizzazione degli eventi estivi. «Abbiamo deciso quest’anno di tentare comunque di costruire un calendario di appuntamenti ed eventi che potranno essere fruiti stando a sedere. Stiamo tentando di organizzare, dopo aver superato un problema di alimentazione elettrica, un vero e proprio “teatro sul mare”. Allestiamo come unico spazio in cui si svolgeranno gli eventi nell’area verde che si trova nei pressi della foce del torrente Tesino. Qui installeremo un pannello con l’informativa obbligatoria e mettere un palco fisso. Approveremo una piantina per la disposizione delle sedie e così in questo spazio flessibile, in occasione dell’evento, dovremo solo sistemare le sedie che saranno rimosse per poter far fruire durante il giorno l’area verde. Il tutto all’interno di un perimetro che distingue l’area dell’evento dall’area del passaggio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA