Educazione ambientale, la scuola di Grottammare riceve una nuova Bandiera Verde

Print Friendly, PDF & Email

GROTTAMMARE – L’istituto comprensivo “Giacomo Leopardi” mantiene il titolo della sostenibilità e delle buone pratiche ambientali assegnata dalla FEE Foundation for Environmental Education (Fondazione per l’Educazione Ambientale); infatti la commissione Eco-schools per le Marche ne ha decretato l’assegnazione, anche per il 2019, della Bandiera Verde.

La cerimonia della consegna ufficiale si è svolta presso i saloni del Kursaal alla presenza del presidente del comitato regionale Camillo Nardini che nel suo intervento si è complimentato con l’Istituto scolastico per la conferma del prestigioso riconoscimento.
I criteri che hanno guidato la Commissione sono stati quelli di eseguire una attenta valutazione in merito ad: attività realizzate, impegno certificato cioè in adesione a iniziative o campagne promosse da organismi nazionali, numero delle classi partecipanti, attenzione alle risorse sostenibili, buone pratiche attuate, risparmio energetico, risultati concreti e misurabili, attenzione verso gli animali, attenzione nei confronti del paesaggio, attività in rete, gemellaggi.

L’Assessore alla sostenibilità ambientale Alessandra Biocca, a nome dell’Amministrazione Comunale ha manifestato “I più sinceri complimenti agli studenti, alle famiglie, al Dirigente Scolastico, ai docenti e ai non docenti per il lavoro svolto, per la partecipazione di tutte le componenti della scuola, per i progetti che hanno coinvolto anche le associazioni del territorio, per la condivisione delle buone pratiche con le linee sostenibili dei programmi adottati dall’Amministrazione Comunale” ed ha ricordato che “ l’obiettivo più importante del progetto Eco Schools è far comprendere agli alunni come le buone pratiche non vadano perseguite esclusivamente in ambito scolastico ma debbono essere realizzate in ogni contesto della vita quotidiana. Le manifestazioni a difesa dell’ambiente che si sono svolte e si stanno svolgendo in questi giorni in molte città del mondo ci fanno ben sperare e ci rafforzano la convinzione che il rispetto e la tutela dell’ambiente è nella testa e nel cuore dei giovani”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI