Dal lascito di una donna scomparsa una borsa di studio per gli studenti di Grottammare

Print Friendly





GROTTAMMARE – Una borsa di studio per gli studenti più bravi ed economicamente meno fortunati. E’ quanto ha messo in “palio” il comune di Grottammare grazie all’intervento di una fondazione, la Carlo Borzani, che ha deciso di investire proprio sui giovani della Perla dell’Adriatico. La Onlus è infatti nata in Lombardia, a Locate Triulzi in provincia di Milano, grazie ad un lascito ereditario di una anziana che ha deciso di devolvere la propria fortuna come lascito al presidente della Fondazione Pierfrancesco Paone affezionato turista della Perla dell’Adriatico. Ed è proprio questo uno dei motivi della decisione di istituire il bando.

In accordo con i vertici dell’amministrazione infatti la Fondazione ha messo in campo una borsa di studio da cinquemila euro da destinarsi esclusivamente per il sostegno alle spese derivanti dalla frequenza di un corso universitario di laurea triennale di primo livello o quinquennale. Potranno partecipare al bando i ragazzi in possesso del diploma di maturità conseguito nell’anno scolastico 2015/2016 con una votazione minima di 70/100 e, ovviamente, che siano residenti nel comune di Grottammare. Il reddito Isee del nucleo familiare di appartenenza dello studente dovrà essere al massimo di ventimila euro. L’intenzione è quella di ripetere l’iniziativa ogni anno.



CONDIVIDI