Nuove scoperte al museo malacologico di Cupra

Tiziano Cossignano raffigurato dalla figlia Giada
Print Friendly, PDF & Email

CUPRA MARITTIMA – Il direttore del Museo Malacologico di Cupra Marittima Tiziano Cossignani nell’ultimo numero della rivista internazionale “Malacologia” ha descritto 14 nuove conchiglie scoperte in varie parti del mondo. Due marginelle provengono dalla Nuova Caledonia, altrettante dall’Egitto ed una dal Marocco atlantico, due Fissurellidae sono state scoperte in Indonesia, un’Acteocina in Madagascar, una Colubraria in Somalia, un Tympanotonos in Senegal, due Mesalia in West Africa, una Turritella in Sinai ed una Voluta nel Sud dell’India.
Il lavoro di Cossignani è stato agevolato dalla enorme disponibilità di esemplari presenti nel Museo Malacologico, da alcune collezioni recentemente donate al Museo e dalla collaborazione di alcuni studiosi di tutta Europa che fanno riferimento alla istituzione marchigiana. Si tratta di una grande riconoscimento che valorizza il lavoro di Tiziano e del fratello Vincenzo. A Tiziano il ricercatore vietnamita Nguyen Ngoc Thach ha dedicato una conchiglia recentemente scoperta: Vasticardium cossignanii, appartenente al gruppo dei cardidi. Questo lavoro di ricerca è stato, involontariamente, favorito dal coronavirus, che ha concesso molto tempo agli studi di Tiziano Cossignani. Intanto il Museo Malacologico prosegue con le sue attività di didattica e già alcuni gruppi di genitori si sono attivati per visite guidate dei loro figli, considerato che le scuole hanno limiti, spesso insormontabili, per le gite didattiche e per la disponibilità di pulmann. Nel mese di ottobre il museo è fruibile il giovedì, sabato e domenica dalle ore 15 alle ore 19


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI