Il comune di Cupra consente di occupare il 50 per cento in più di suolo pubblico. “Anche a trenta metri di distanza”

Print Friendly, PDF & Email

Con delibera di Giunta è stata approvata una deroga al regolamento comunale con la quale viene consentito alle attività commerciali che ne facciano richiesta una maggiorazione del cinquanta per cento del suolo pubblico che hanno attualmente in uso per poter svolgere con più sicurezza il loro servizio. Lo fa sapere il sindaco di Cupra Marittima Alessio Piersimoni che spiega “Si tratta di una misura per restituire ossigeno e vitalità alla nostra cittadina. La misura è valida anche per altre attività come laboratori artigianali, pizzerie, gelaterie che al momento non hanno l’occupazione del suolo pubblico e che ora possono fare richiesta per una nuova concessione”.

Questa misura si va a sommare a quella contenuta nel decreto “Cura Italia” che parla della non applicazione della tassa sul suolo pubblico per tutto il periodo estivo. “Questi due provvedimenti – continua Piersimoni – costituiscono insieme un’arma per il rilancio del commercio cittadino. Ovviamente questa deroga può essere richiesta ed utilizzata, sempre previa approvazione degli uffici, anche per le strutture balneari che utilizzano e che, come gli chalet, possono fare richiesta di un maggior spazio qualora ne abbiano bisogno”. Lo spazio utilizzabile può essere utilizzato fino a trenta metri di distanza dalla propria struttura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA