Oh che bel Castello, a Grottammare torna il teatro per le famiglie. Tutti gli appuntamenti

Print Friendly, PDF & Email

GROTTAMMARE – Riparte la stagione teatrale per i ragazzi e la famiglie “Oh che bel Castello”, giunto alla sua sesta edizione. Tutti gli spettacoli si terranno al Teatro delle Energie. Si parte il 12 gennaio con “Avventure Straordinarie”, spettacolo messo in scena dalla compagnia “Proscenio Teatro Ragazzi” di Fermo.

Il 9 febbraio sarà invece la volta della compagnia “Teatro dei Colori” di Avezzano con “Alice nel Paese delle Meraviglie”. Il primo marzo è invece la volta di Hansel e Gretel postato in scena dal Teatro Bertold Brecht di Formia.

Ma ci saranno anche degli appuntamenti per le scuole. Quello del 31 gennaio (“Dinosauri – L’ultimo T-Rex era un bullo”) e del 13 marzo(“Cappuccetto e la nonna”).

Soddisfatta del calendario di questa nuova ediziona la cosigliera delegata Martina Sciarroni: “Salutiamo questa nuova stagione composta da 5 spettacoli, 3 dedicati al teatro per le famiglie, 2 al teatro a scuola. Dall’antica Grecia sappiamo che il teatro è molto importante x costruire l’identità di un cittadino cosciente. Nel gioco del teatro, il pubblico è importante quanto gli attori”.

Marco Renzi: “Con questa iniziativa vogliamo contribuire a formare pubblico, proprio come una scuola. Il progetto contiene 2 anime – ha sottolineato Il direttore artistico – scuola e famiglia, che compenetrandosi generano risultati. Andare a teatro con la famiglia è una scelta, andare a teatro con la scuola significa rendere il teatro un’occasione per tutti. Grottammare è l’unica realtà che si caratterizza x entrambe le opportunità. Possiamo fin da ora dire che per quanto riguarda gli appuntamenti domenicali siamo quasi sul tutto esaurito e ospiteremo al Teatro delle Energie anche scolaresche da Cupra Marittima”.

Nel corso dell’illustrazione del programma, Renzi ha sottolineato le caratteristiche di ogni spettacolo, soffermandosi in particolare sull’appuntamento del 9 febbraio (Alice nel paese delle meraviglie) “Una tecnica magica e spettacolare quella del Teatro nero, dove i bambini non vedranno gli attori ma solo le cose che gli attori, vestiti completamente di nero e illuminati da una particolare luce, faranno muovere sul palco”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI