Incontri con l’autore, meno serate ma tutte dal vivo: “Abbiamo detto no alle videoconferenze. C’è voglia di ripartire”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Incontri con l’Autore resiste, nonostante il covid. La trentanovesima edizione della manifestazione ideata da Mimmo Minuto prevedrà 29 appuntamenti, di cui cinque dedicati a personaggi del territorio. Un po’ meno dell’anno scorso, anche e soprattutto per via dell’emergenza sanitaria. “Tanti scrittori hanno paura a muoversi, soprattutto dalla Lombardia”, spiega Minuto. “Avevano proposto di intervenire in videoconferenza, abbiamo preferito di no”.

Nonostante ciò, non mancheranno grandi firme e graditi ritorni. Si comincerà con Gerardo Greco mercoledì, per proseguire con Roberto Ippolito (il 3) e Mario Giordano (il 5).

“Abbiamo preferito non insistere sul tema del coronavirus – prosegue Minuto – il tema è stato ampiamente dibattuto, crediamo sia una scelta azzeccata offrire anche altri argomenti”.

Le serate si svolgeranno in Palazzina e in piazza Piacentini. Nel primo caso gli ingressi saranno limitati a 70 unità, mentre per quel che riguarda il Paese Alto si riunirà in settimana la commissione di pubblico spettacolo per decidere i posti, presumibilmente 110-120.

“Se rimarranno posti liberi si potrà accedere, lasciando nome e cognome. Non possiamo prenderci il rischio di non sapere chi è presente”.

Soddisfatta anche Annalisa Ruggieri. “La serata con i finalisti dello Strega è stata importante per la città, ha segnato una ripartenza. E’ stata organizzata alla perfezione, c’è stata la volontà di ripartire, nel segno della civiltà. Anche per questa estate chiediamo pazienza e buon senso”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA