Cupra, gli eventi non si fermano. Arriva un weekend di appuntamenti tra ambiente, storia, cultura e musei aperti

Print Friendly, PDF & Email

CUPRA MARITTIMA – L’estate è finita ma gli eventi no. Cupra Marittima, nel prossimo weekend, ospiterà diversi eventi tra i quali spicca il Festival Cupra per l’Ambiente che si terrà da venerdì 11 fino a domenica 13 ottobre. Ma anche una serie di iniziative di carattere culturale come “Marano attraverso le sue mura” con una relazione del professor Alvise Merelli dell’Università Ca’ Foscari di Venezia che parlerà degli insediamenti medioevali del Paese Alto di Cupra basandosi sugli studi che si stanno portando avanti a Marano. La conferenza, che si terrà al Museo Malacologico sabato 12 alle 18 e 30 rappresenta l’iniziativa di apertura della nuova stagione degli scavi.

Ma sempre nel weekend si terrà anche il “DonoDay”, organizzato dall’Avis di Grottammare in collaborazione con l’Avis cuprense e che consisterà in una camminata dei soci dell’Avis di Grottammare fino a Cupra attraverso la pista ciclabile. Lì troveranno gli associati dell’associazione cuprense e, insieme a loro, arriveranno fino al parco archeologico. Domenica, inoltre, ci sarà l’apertura del Museo del Territorio e del Parco Archeologico oltre, ovviamente, a quella del museo della Malacologia”.

“Anche se siamo in autunno – ha spiegato il sindaco di Cupra Alessio Pierimoni – la città vive tante iniziative. Questo è un obiettivo che ci siamo sempre preposti e stiamo lavorando per rendere Cupra sempre attrattiva anche in periodi lontani dalla stagione turistica”. Ma ecco nel dettaglio gli eventi del weekend.

Festival Cupra per l’Ambiente
Il Festival Cupra per l’Ambiente è un’iniziativa che vuole abbracciare i vari segmenti che riguardano la salvaguardia dell’ambiente. “Il nome – spiega l’assessore e vicesindaco Lucio Spina – prende ispirazione dal progetto “Cupra per l’Ambiente” nato nel 2018 in collaborazione con l’associazione Marche a rifiuti Zero e Legambiente. L’obiettivo è quello di ridurre lo spreco di risorse preziose attraverso la riduzione della produzione dei rifiuti orientando le scelte dei cittadini sin dal momento dell’acquisto”. L’iniziativa vede il coinvolgimento di attività commerciali che si sono impegnate attraverso dei disciplinari specifici a compiere delle azioni mirate per ridurre la produzione di rifiuti.

Così, la manifestazione che prenderà vita nel prossimo weekend, da venerdì a domenica, servirà anche a premiare, in qualche modo, le attività che hanno aderito all’iniziativa: in tutto una settantina di realtà. Tra i punti focali del festival ci sarà il convegno che si terrà domenica 13 ottobre alle 10 con il dottor Rossano Ercolini, presidente di “Zero Waste Europe” e vincitore del Goldman Environmental Prize 2013 (il Nobel alternativo per l’ambiente) che illustrerà la strategia “Rifiuti Zero, i dieci passi per la rivoluzione ecologica”. Interverranno anche il presidente della Coldiretti di Ascoli, Armando Marconi e del direttore scientifico di “Marche a Rifiuti Zero” Marco Cervellini.

Domenica ci sarà anche una mostra di veicoli green in tutta l’area di piazza della Libertà e una mostra mercato a cura della Coldiretti oltre a vari laboratori allestiti da associazioni, attività commerciali e appassionati. I giorni precedenti alla domenica ci saranno iniziative come “Puliamo il Mondo” (venerdì 11 ottobre) che si svolgerà in collaborazione con la scuola primaria. “Porteremo – continua Spina – due classi della quinta a ripulire il tratto di spiaggia che si trova ai confini con il territorio di Massignano“.

Sabato 10 si terrà invece un convegno dal titolo “I percorsi del buon cibo”, a cura dell’associazione Castagne al Borgo che tratterà il tema del pane e dell’olio. “L’obiettivo – conclude il vicesindaco – è quello di sviluppare la manifestazione e aprirla a tutte le tematiche che riguardano l’ambiente. Tutta la manifestazione l’abbiamo voluta svolgere in piazza Possenti proprio perché riteniamo che l’informazione e la consapevolezza delle problematiche inerenti all’ambiente siano la base di partenza per formare un cittadino responsabile. Se il cittadino partecipa diventa consapevole del problema“.

Le manifestazioni culturali
Il festival “Cupra per l’Ambiente” si pone anche l’obiettivo di fornire un’offerta diversificata ai visitatori. “Così ci saranno altre iniziative – spiega l’assessore con delega a cultura e turismo Daniela Luciani -, altre situazioni di vivere, visitare e vedere”. La giornata di domenica vedrà ad esempio la città aderire alla giornata nazionale delle famiglie nei musei (Progetto Famu) che quest’anno si intitola “C’era una volta al Museo”. “Ogni struttura – spiega Luciani – scegli un argomento al quale dedicare attenzione. Qui ci saranno il museo archeologico del Territorio di Marano che ha scelto tematiche legate alla preistoria. Sarà aperto anche il Parco Archeologico e il museo Malacologico”.

A presentare le iniziative c’erano anche i consiglieri delegati Eleonora Sacchini (eventi e associazioni) e Fausto Imberti (bilancio) che hanno svolto un importante ruolo nell’organizzazione degli eventi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI