venerdì 1 Luglio 2022 – Aggiornato alle 15:42

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

L’Evento

Cassandra Fest, a Centobuchi due giorni di concerti, dibattiti, incontri culturali in sinergia con le associazioni del territorio

Sabato 25 e domenica 26 giugno, in piazza dell’Unità, musica live con Giovanni Truppi e Giancane, Motta e Emma Nolde
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
MONTEPRANDONE

Cassandra Fest è un festival culturale organizzato dall’associazione Prima Persona Plurale con il patrocinio e il contributo del Comune di Monteprandone. La manifestazione si terrà sabato 25 e domenica 26 giugno 2022 con ricco programma di eventi realizzato grazie alla sinergia tra le realtà culturali del territorio.

Nel corso delle due mattinate il Borgo Storico di Monteprandone sarà palcoscenico di un photowalk nei luoghi più suggestivi del vecchio incasato, di una passeggiata ecologica e di spettacoli itineranti di danza.

Nel corso dei pomeriggi, invece, la manifestazione si sposterà al Parco della Conoscenza di Centobuchi, con tante iniziative rivolte a giovani e adulti: musica, arte, dibattiti sul ruolo fondamentale della cultura nella crescita del territorio.

Entrambe le giornate si concluderanno con concerti di musica dal vivo in piazza dell’Unità: sabato 25 Giugno ci saranno Giovanni Truppi e Giancane, domenica 26 giugno Motta e Emma Nolde.

L’ingresso per i concerti è a pagamento, con biglietti già disponibili in prevendita su Ciaotickets online e nei punti vendita autorizzati. Il luogo del concerto sarà aperto dalle ore 19 con stand enogastronimici e dj set pre-concerto.

“Questo evento per noi rappresenta l’edizione zero – commenta Matteo D’Angelo, presidente dell’Associazione Prima Persona Plurale – perché dopo la lunga pausa a causa del Covid non era facile organizzare in breve tempo una manifestazione così densa di impegni e collaborazioni. Tutto ciò è possibile grazie alla disponibilità dell’Amministrazione comunale di Monteprandone, all’impegno instancabile delle associate e degli associati che rappresento, ma anche e soprattutto alla sinergia che si è creata con tante realtà culturali che, come noi, vivono quotidianamente il territorio e si mettono in gioco per migliorarlo”.

nave cervo

Ultime notizie

angolo 57 250

TI CONSIGLIAMO NOI…