De Magistris vuole rendere il Sud indipendente. “Referendum per l’autonomia poi una criptomoneta. Altro che zavorra”

Print Friendly, PDF & Email

Un referendum entro l’anno “per l’autonomia totale di Napoli, avremo così più risorse economiche, meno vincoli finanziari, più ricchezza, più sviluppo, meno disuguaglianze”. Lo annuncia il sindaco di Napoli Luigi De Magistris che afferma anche di puntare a rendere autonomo e indipendente l’intero Sud Italia. “Successivamente – dice – proveremo a realizzare, se lo vorranno anche le altre popolazioni del Sud, un referendum per l’autonomia differenziata dell’intero mezzogiorno d’Italia. Altro che zavorra del Paese, dimostreremo con orgoglio e passione, che siamo e saremo, con le nostre risorse umane e territoriali, il motore per un’Italia più coesa, più giusta”.

E’ la risposta del primo cittadino all’Autonomia. De Magistris continua: “Stiamo lavorando per la delibera finale di cancellazione del debito storico illegittimo che deriva da due commissariamenti di Stato, di cui siamo vittime e chiederemo di essere risarciti, il terremoto del 1980 e l’emergenza rifiuti prima che arrivassimo noi a bonificare dai rifiuti materiali e da quelli politici”.