Covid, a scuola gli alunni dovranno essere distanti un metro. Nelle Marche si riapre il 14 settembre

Print Friendly, PDF & Email

“Almeno un metro di distanza tra le bocche”. L’indicazione è presente nel documento che indica le linee guida per il rientro a scuola.

Il governo si rifà alle raccomandazioni del comitato tecnico scientifico. “Il distanziamento degli alunni rimane un punto di primaria importanza nelle azioni di prevenzione”. Il piano sul rientro prevede anche l’istituzione di conferenze dei servizi su iniziativa dell’ente locale competente, con il coinvolgimento dei dirigenti scolastici, finalizzate ad analizzare le criticità delle istituzioni scolastiche che insistono sul territorio di riferimento delle conferenze. “Lo scopo – si legge – sarà quello di raccogliere le istanze provenienti dalle scuole con particolare riferimento a spazi, arredi, edilizia al fine di individuare modalità, interventi e soluzioni che tengano conto delle risorse disponibili sul territorio in risposta ai bisogni espressi”.

Intanto, nelle Marche le lezioni riprenderanno il 14 settembre, come comunicato dall’assessore all’istruzione Loretta Bravi. “Dopo diversi giorni di intenso lavoro, anche notturno, finalmente l’intesa col Governo sulle linee guida e il Piano scuola 2020- 2021 è stata raggiunta, perché sono state accolte tutte le pregiudiziali poste dalle Regioni. E’ stato garantito un rientro in aula sicuro, sia sotto il profilo della sicurezza sanitaria, che dell’efficacia didattica”, prosegue la Bravi. “È una conquista politica che rivendichiamo con orgoglio, in quanto mette la scuola al centro del dibattito politico, con dignità, senza atteggiamenti residuali rispetto agli altri settori coinvolti nella ripartenza del Paese”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI