Tragedia nell’anconetano. Bimba di 11 anni muore per il monossido della stufetta. Gravissimo il fratellino

Print Friendly, PDF & Email

SASSOFERRATO – Una bambina di 11 anni è morta a causa di intossicazione da ossido di carbonio, probabilmente sprigionatosi da una stufetta in casa nella frazione di Aspro di Sassoferrato mentre il fratellino di 7 anni è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Fabriano.

A dare l’allarme sono stati stamane i genitori. Sul luogo i vigili del fuoco, anche con mezzi e personale Nbcr, il 118 i carabinieri. Le esalazioni sarebbero partite da una stufetta nella camera dei due ragazzi e la madre si sarebbe accorta dell’accaduto quando è andata a svegliarli per andare a scuola.

CONDIVIDI