Strage di Corinaldo, Sfera Ebbasta: “Sono stati giorni di riflessione. Non ho parole per descrivere il dolore”

Print Friendly, PDF & Email

“Sono stati giorni di silenzio e riflessione, anche per me. Non è facile trovare le parole giuste, non esistono parole giuste per descrivere il dolore che questa tragedia ha creato. Tutto quello che è successo mi ha stravolto, sapere che tutte quelle persone erano lì per me, per divertirsi insieme a me, non mi dà pace”. Sfera Ebbasta torna a parlare a più di dieci giorni dalla tragedia di Corinaldo.

Il rapper si sarebbe dovuto esibire, nella notte tra il 7 e l’8 dicembre nella discoteca Lanterna Azzurra. “In questi giorni ne ho sentite di ogni, anche contro di me, ma non è mia intenzione esprimermi sulle cattiverie che ho dovuto ascoltare, si commentano da sole. Tutto ciò che ho provato e che provo, tutto quello che sto facendo e che ho in mente di fare rimarrà privato. Porterò per sempre nel cuore e sulla mia pelle il ricordo di queste persone. Ci tengo a ringraziare famiglia, amici, fan che mi sono stati vicini. Il 2018 è stato un anno pieno di emozioni e tutto questo non sarebbe stato possibile senza di voi, grazie davvero!Ci si vede ai concerti in giro per l’Italia, pronto per affrontare il 2019 con ancora più grinta e passione di prima”.

CONDIVIDI