martedì 6 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 05:49
martedì 6 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 05:49

“Sto cercando lavoro”, ma i carabinieri lo controllano e scoprono che era ricercato

Doveva scontare un 1 anno e 8 mesi di reclusione, oltre al pagamento della multa di Euro 400,00 per reati contro il patrimonio
euro 3 250

TORRE SAN PATRIZIO
A Torre San Patrizio il 20 ottobre scorso, i militari della Stazione Carabinieri di Monte San Pietrangeli alle dipendenze del Comando Compagnia Carabinieri di Montegiorgio, durante un controllo sul territorio hanno tratto in arresto un 46enne di origine marocchina, sul conto del quale pendeva un ordine di carcerazione emesso nel mese di ottobre 2020, dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona.

I militari hanno deciso di controllare l’auto a bordo della quale viaggiava l’individuo, che era in compagnia di un connazionale. I due, secondo quanto riferito ai carabinieri, erano in quella zona in cerca di lavoro. I controlli nelle banche dati hanno permesso di appurare che l’uomo era ricercato poiché gravato da ordine di carcerazione per condanna da scontare di un 1 anno e 8 mesi di reclusione, oltre al pagamento della multa di Euro 400,00 per reati contro il patrimonio per una condanna definitiva afferente a un reato contro il patrimonio commesso nel 2014, allorquando veniva trovato in possesso di un telefono cellulare oggetto di furto su veicolo in sosta, presso il palazzetto dello Sport di Porto Recanati. 

Per lui si sono aperte le porte del carcere di Fermo per l’espiazione della pena prevista. L’attività di prevenzione e repressione dei reati, svolta dai Carabinieri della Compagnia di Montegiorgio sul territorio dei Comuni interni della provincia Fermana, mediante controlli mirati anche alla circolazione stradale, rappresenta un efficace strumento per la sicurezza dei cittadini. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

felicioni 250
spadu

TI CONSIGLIAMO NOI…