giovedì 24 Giugno 2021 – Aggiornato alle 01:55

Si fa inviare foto a luci rosse da una 15enne marchigiana. Americano di trent’anni arrestato all’aeroporto

QUando è sceso dall'aereo ha trovato i carabinieri
carabinieri
di Redazione
15 Dicembre 2019

Condividi o stampa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su print

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

POTREBBE INTERESSARTI

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

carabinieri

ANCONA – Attraverso il web le chiedeva video e foto a luci rosse. Il problema è che lei ha 15 anni, lui 30. Ed è finito in manette subito dopo essere sceso dall’aereo. Si perché mentre la ragazzina protagonista di questa storia è dell’Anconetano, l’uomo arriva dal New Mexico, negli Stati Uniti.

Si conoscono via social e lui, stando ai riscontri investigativi, inizia a chiederle video e foto a luci rosse. Decide di partire dagli Usa per incontrare di persona la minore. Ma ad attenderlo nelle Marche, però, ci sono anche i carabinieri.

I genitori della ragazza hanno infatti scoperto la situazione segnalandola ai carabinieri che si sono presentati all’aeroporto sottoponendolo ad una perquisizione che ha portato all’arresto con l’accusa di detenzione di materiale pedopornografico. Nei cloud creati dall’uomo e ritrovati nei due cellulari che aveva con sé al momento dell’arresto sono stati trovati decine di file con foto e video proibiti. Quelli che avrebbe chiesto alla 15enne marchigiana con cui aveva stretto una conoscenza via social.

Sono ora in corso ulteriori accertamenti per verificare la presenza di file ritraenti altri minori in pose a luci rosse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONSIGLIATI PER TE