venerdì 1 Luglio 2022 – Aggiornato alle 15:32

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

La Corsa

Scene da film sull’A14. Non paga il rifornimento e fugge via. Viene arrestato ma manda tre poliziotti all’ospedale

Le auto sono sfrecciate coprendo una distanza di quasi ottanta chilometri
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
PORTO SAN GIORGIO

Scene da film sull’autostrada A14 dove, il primo giorno dell’anno, è andato in scena un inseguimento durato quasi ottanta chilometri: da Porto San Giorgio a Senigallia. Un episodio che ha visto tre agenti della polizia stradale feriti e un romeno di trentadue anni arrestato. Tutto è partito dalla segnalazione del gestore di un’area di servizio che aveva segnalato l’auto dell’uomo in quanto si era rifiutato di pagare il rifornimento ed era fuggito via al volante della macchina, un’Alfa Romeo.

L’auto è stata intercettata poco dopo dalla polizia. Gli agenti hanno imposto l’alt al trentaduenne che però, anziché fermarsi, ha accelerato. Così è partito l’inseguimento durante il quale il fuggitivo ha anche speronato una pattuglia. Il tutto è andato avanti per chilometri, fino all’altezza del territorio comunale di Senigallia dove il trentaduenne è stato bloccato non senza difficoltà. Ha infatti opposto strenua resistenza reagendo con calci e pugni e provocando lesioni in tre degli agenti.

Una volta fermato è stato perquisito. Sono stati trovati un coltello e un paio di forbici. Così è stato arrestato anche per il danneggiamento ai danni di un’auto della polizia che, durante l’inseguimento, è stata spinta contro il guard rail.

la baia

Ultime notizie

angolo 57 250

TI CONSIGLIAMO NOI…