Sangue a Cupra, Ficcadenti dal carcere: “Come sta Antonietta?”. Domani comparirà davanti al magistrato

Print Friendly

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Come sta mia sorella?”. E’ la domanda che Emidio Ficcadenti ha subito posto all’avvocato Francesca Palma, il legale che sta assistendo il 56enne cuprense arrestato con l’accusa di tentato omicidio della sorella Antonietta la quale versa in condizioni gravissime al Torrette di Ancona.

L’uomo domani mattina comparirà di fronte al pubblico ministero Francesca Perlini in Tribunale a Fermo per l’interrogatorio di garanzia. Ficcadenti è estremamente provato. “Così come lo avevo trovato subito dopo l’arresto – spiega il legale che lo ha incontrato nel pomeriggio – lo ho ritrovato oggi. In ogni incontro la prima domanda che mi pone è sulle condizioni di sua sorella”.

Le condizioni della sorella restano stazionarie ma molto delicate.