San Benedetto, tronco di 14 metri si incastra tra gli scogli del molo. Lo ha rimosso un cittadino con la sua moto d’acqua

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il senso civico e l’amore per il mare oggi hanno prevalso sull’indifferenza generale. Da molto tempo nella parte interna del molo sud di San Benedetto, nell’ultimo tratto, un tronco si era incastrato tra gli scogli e galleggiava. Si tratta di un tronco lungo oltre 14 metri che, di fatto, rappresentava un rifiuto abbandonato in mare. Un rifiuto che, peraltro, era anche potenzialmente pericoloso dal momento che il tronco in qualsiasi momento avrebbe potuto staccarsi e rappresentare un serio pericolo per le imbarcazioni in entrata e in uscita dal porto. Ma si trattava anche di un insulto per la collettività e per tutti coloro che hanno a cuore le bellezze naturali della Riviera. E’ stato un semplice cittadino, ieri mattina, ha prendere l’iniziativa e rimuovere quel voluminoso ostacolo Alessandro Albertini, con la sua moto d’acqua, ha compiuto un gesto civico encomiabile. Seriamente impegnato per valorizzare le risorse naturali e il Circolo Nautico stesso dove si svolgono anche tante attività sportive legate al mare, con la sua moto d’acqua ha raggiunto l’area e, con una cima, ha tentato di liberare il tronco e portarlo in un luogo dove potesse essere recuperato e smaltito. La cosa bella è che anche altre persone hanno seguito il suo esempio è un ragazzo si è tuffato in acqua per aiutarlo e legare al meglio la cima e dopo vari tentativi insieme sono riusciti a liberarlo dall’incastro. Con la moto d’acqua il tronco è stato poi trasportato in un punto del porto, vicino allo scalo di alaggio, dove è stato agganciato ad una bitta. Albertini ha quindi avvisato le autorità marittime che nel pomeriggio, con l’ausilio di una gru, hanno tirato a secco il tronco che verrà poi smaltito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA