San Benedetto, da lunedì i genitori di una bimba di dodici anni attendono l’esito del tampone. “Un’odissea, non sappiamo più con chi parlare”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Cinque giorni per ottenere l’esito del tampone di una bambina di dodici anni i cui familiari stanno cercando in tutti i modi di capire se sia o meno positiva al Sars-Cov-2 dopo che, a fronte di alcuni sintomi, hanno ricevuto dal proprio medico di base, la prescrizione per il test del tampone. La bimba è stata sottoposta all’esame lunedì e da quel giorno i genitori stanno aspettando che qualcuno comunichi loro l’esito. Hanno chiamato, cercando di trovare la strada per arrivare a capire con chi parlare per poter ottenere il risultato del test ma, almeno per il momento, non sono riusciti a sapere niente. Una incertezza che li preoccupa e non poco dal momento che, da cinque giorni, non sanno come debbano comportarsi. E la beffa sta nelf atto che tutte le loro conoscenze che, per vari motivi, in questi giorni sono state sottoposte a tampone, hanno ottenuto i risultati nel giro di un paio di giorni. “Tutti quelli che li hanno fatti in questi giorni li hanno ricevuti tranne mia figlia – spiega la madre della bambina – io a questo punto non so cosa pensare. Se non fosse per quello che c’è sullo sfondo sembrerebbe di stare in una barzelletta. Tutti ricevono i risultati ma mia figlia non sa se è contagiata o meno, Abbiamo cercato di parlare con chiunque all’Asur ma finiamo sempre contro un muro di gomma”. La donna si è rivolta così al giornale per cercare di smuovere le acque.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI