domenica 27 Novembre 2022
Ultimo aggiornamento 12:49
domenica 27 Novembre 2022
Ultimo aggiornamento 12:49

Porto d’Ascoli, ancora furti nelle auto in sosta in largo Vittime del Terrorismo. Surfisti nel mirino dei ladri

Due casi in pochi giorni. La denuncia di Ercole Quondamatteo, promotore del progetto Surfamily
soriano 250

SAN BENEDETTO DEL TRONTO
Tornano i colpi nelle auto in sosta in largo Vittime del Terrorismo alle porte della Sentina e, come già accaduto in precedenza, a subirne le conseguenze sono i surfisti. Lo denuncia Ercole Quondamatteo, surfista e rappresentante del gruppo territoriale Surfamily che spiega come nel giro di pochi giorni si siano già registrati tre colpi. «Rompono uno dei due finestrini anteriori – afferma – e prendono tutto quello che trovano. E se non riescono a reperire nulla da portare via si innervosiscono e fanno dispetti. Alla fine il reale problema sono i danni che fanno alle auto». Una situazione che si era già verificata in passato. In quel parcheggio i surfisti lasciano le auto per poi andare ad affrontare le onde della zona Sentina.

Azioni deprecabili che vengono tra l’altro messe a segno ai danni dei protagonisti del progetto “Surfamily” di cui Quondamatteo è promotore. Si tratta di un progetto finalizzato a riunire, a costo “zero”, in una comunità gli appassionati di questo sport, di qualsiasi livello tecnico per diffondere, promuovere e insegnare la tecnica, la sicurezza e lo spirito del surf da onda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

onova 250
gastronomica 250

TI CONSIGLIAMO NOI…