Perseguita la sua ex e aggredisce i suoi amici in strada a Grottammare. Giovane sambenedettese nei guai

Print Friendly





ROSETO DEGLI ABRUZZI – E’ un sambenedettese di 33 anni l’uomo accusato di aver perseguitato, per mesi, una donna di Roseto di 36 anni, aggredendola in più occasioni anche davanti agli amici che venivano a loro volta minacciati se non addirittura malmenati nel caso in cui si fossero messi in mezzo. I due avevano in passato avuto una relazione ma la donna aveva deciso di staccarsi da lui proprio a causa della sua indole aggressiva.

L’uomo ha così cominciato a subissarla di telefonate e sms, insultandola e a volte anche minacciandola e, in alcune circostanze di incontri occasionali o concordati, non aveva esitato a strattonarla e a malmenarla, costringendola finanche a ricorrere alle cure del pronto soccorso. Era arrivato ad attenderla presso la sua abitazione o nei locali dove la vittima si recava con gli amici e l’aveva seguita fino al parcheggio dell’auto aggredendola a seguito dell’ennesimo rifiuto della donna di riallacciare la relazione sentimentale. A giugno, addirittura l’aveva aspettata davanti ad uno stabilimento balneare di Roseto ove, non riuscendo a parlare con la donna, l’uomo aveva minacciato gli amici che si trovavano con lei.

Nei primi di luglio invece, mentre la donna si trovava a Grottammare in compagnia di amici, l’uomo aveva minacciato e aggredito uno di questi, tanto da convincere la donna a denunciare il tutto al Commissariato. Al termine delle indagini è così stato emesso il provvedimento di divieto di avvicinamento per una distanza di 500 metri dalla donna e da uno degli amici di quest’ultima, in qualunque luogo di Italia, nonché dall’abitazione e dal luogo di lavoro della vittima, con la prescrizione per l’indagato di non comunicare attraverso qualsiasi mezzo con la medesima.



CONDIVIDI