Per tre anni perseguita l’ex compagna al telefono e sui social. Alla fine intervengono i carabinieri

Print Friendly, PDF & Email

TORTORETO – I Carabinieri della Stazione di Tortoreto unitamente al Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Alba Adriatica hanno deferito, per atti persecutori, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo un 40enne di Brescia. L’uomo, non si era rassegnato al rifiuto opposto da una donna 35enne della Val Vibrata ad una frequentazione, perseguitando, per circa tre anni la donna che aveva deciso di interrompere la relazione.

Stando alle indagini dei carabinieri l’uomo l’aveva tempestata di telefonate, sms, sui social network, malgrado le ammonizioni della vittima a desistere dall’atteggiamento invasivo. Si appostava sotto casa o nei pressi del luogo di lavoro, pedinandola in auto in svariate occasioni e costringendola a fermarsi per parlarle o suonando insistentemente all’abitazione della donna. Questo stato di cose era diventato per la donna un vero e proprio incubo tanto che non riuscendo a liberarsene si era vista costretta a rivolgersi ai Carabinieri di Tortoreto che hanno raccolto la denuncia della donna rimettendo una dettagliata informativa al Tribunale di Teramo, il cui GIP, il dottor Roberto Veneziano, accogliendo le richieste formulate dal pubblico ministero ha emesso il provvedimento di applicazione della misura cautelare.

CONDIVIDI