Omicidio di Pagliare, anche gli artificieri sul luogo del delitto. Caccia ai bossoli che non si trovano. Slitta l’autopsia

Print Friendly, PDF & Email

SPINETOLI – E’ stato richiesto anche l’intervento degli artificieri dell’esercito sul luogo dell’omicidio di Antonio Cianfrone. I militari, arrivati nelle ultime ore, hanno infatti il compito di recuperare i bossoli dei proiettili esplosi dall’arma di piccolo calibro utilizzata dagli assassini.

Si tratta infatti di elementi fondamentali per le indagini che però non sono ancora stati trovati sulla scena del crimine. Se non dovessero essere rinvenuti allora sarà necessario recuperare i proiettili nel corso dell’autopsia che, comunque, non dovrebbe essere eseguita prima della prossima settimana. La Procura vuole infatti avere un quadro più chiaro e completo della situazione al fine di poter effettuare specifiche richieste al medico legale che si occuperà dell’esame.


© RIPRODUZIONE RISERVATA