martedì 30 Novembre 2021 – Aggiornato alle 19:01
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print

Ultime notizie

Lo Sport

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

salone del bio 1
L’Udienza

Omicidio Cianfrone, l’imputata ora parla di una seconda moto: “Sono state altre due persone a sparare”

Una ricostruzione completamente nuova venuta fuori nel corso del processo
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
onova 250
ASCOLI PICENO
salone del bio 1

E’ stato il giorno della testimonianza di Francesca Angiulli la donna arrestata, insieme al marito Giuseppe Spagnulo, per la morte del carabiniere Antonio Cianfrone. La donna ha posto sul luogo del delitto un’altra moto, con altre due persone a bordo. Una situazione della quale però, in tutti questi mesi, non aveva mai parlato. Stando alla sua ricostruzione, insieme al marito, si era recata sulla pista ciclabile che costeggia il Tronto per recuperare degli occhiali da sole che aveva lasciato lì il giorno prima. Ha affermato che una volta arrivati sul posto si sono trovati ad incrociare un’altra moto, con due persone in sella, che si sono avvicinate a Cianfrone e che gli avrebbero poi sparato.

Una ricostruzione completamente nuova e sconosciuta per tutti questi mesi. A chi ha chiesto perché soltanto ora sia venuta fuori questa sua versione dei fatti è stato risposto che lo choc per tutta la vicenda le aveva fatto passare di mente la cosa. Nel corso dell’udienza sono state sottolineate numerose contraddizioni nelle versioni dei due coniugi, a partire dai rapporti con il carabiniere definiti “buoni” dagli imputati ma che, dalle intercettazioni, erano tutt’altro che rosei.

1941 250

Ultime notizie

marina 250

TI CONSIGLIAMO NOI…