Morti all’Rsa, chiesta la scarcerazione dell’infermiere. “Non c’è alcun pericolo di fuga, era indagato da più di un anno”

Print Friendly, PDF & Email

OFFIDA – Gli avvocati difensori dell’infermiere di 57 anni arrestato per la morte di otto ospiti della Rsa di Offida chiedono la scarcerazione dell’uomo. I legali Tommaso Pietropaolo e Luca Filipponi contestano il fatto che non esisterebbe il pericolo di fuga dal momento che il grottammarese ch, il 15 giugno è stato portato in carcere, è stato iscritto nel registro degli indagati oltre un anno fa e dopo tutto questo tempo non avrebbe senso la sua fuga. Per i legali non esiste inoltre il pericolo di inquinamento delle prove anche perché quando le indagini furono avviate l’infermiere era stato trasferito. Per questo motivo è stato presentato un ricorso al Tribunale della Libertà.


© RIPRODUZIONE RISERVATA