Monsampolo, la tela di San Biagio è tornata a casa

cof
Print Friendly

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ stata ufficialmente riconsegnata alla famiglia Anastasi di Monsampolo la tela di San Biagio realizzata, a fine Seicento, da Luca vitelli. La tela era stata sottratta da una chiesetta privata di proprietà della famiglia.

Questa mattina, nella sede del comando compagnia dei Carabinieri di San benedetto, è avvenuta la cerimonia di riconsegna ufficiale dell’opera d’arte del valore di circa 50.000 euro.

Alla cerimonia hanno partecipato il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Ciro Niglio insieme al capitano della compagnia di San Benedetto Marco Vanni e al comandante della stazione di Monsampolo Antonio Iesce.

Ad entrare nei dettagli dell’operazione che ha portato al rinvenimento dell’Opera è stato il maggiore Carmelo Grasso, comandante del nucleo tutela patrimonio artistico dei Carabinieri regionali. “La tela – ha spiegato – si trovava arrotolata è protetta dal cellophane in un’area Aperta del Sacrario Militare di Castelfidardo., sospettiamo che i malviventi che l’hanno rubata l’avessero lasciata lì per poi andare a riprenderla per metterla sul mercato estero delle opere d’arte rubate”.

Il colonnello Niglio ha lodato la tempestività di intervento del comando stazione di Monsampolo che ha raccolto immediatamente la denuncia fatta, con altrettanta tempestività, dalla famiglia proprietaria della chiesa e del dipinto. “Abbiamo subito chiuso la strada ai malviventi ha spiegato il comandante provinciale e probabilmente in questo modo abbiamo impedito loro di far uscire la tela dal territorio nazionale”.

CONDIVIDI