Parla al telefono mentre guida l’auto. I carabinieri lo fermano e gli trovano hashish, marijuana e “kush”

Print Friendly, PDF & Email

PORTO SANT’ELPIDIO – Nell’ambito delle operazioni portate avanti dai carabinieri nel fermano un operaio 36enne di Porto San Giorgio è stato tratto in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, sorpreso a condurre la sua autovettura mentre utilizzava il telefono cellulare, veniva fermato, nella tarda serata di ieri, in Porto San Giorgio da un’autoradio del Nucleo Radiomobile. Il nervosismo palesato dall’automobilista, nella circostanza, portava i militari ad approfondire i controlli all’interno dell’abitacolo, dove venivano rinvenuti circa 200 grammi di marijuana, di cui 150 gr. di “kush” (tipologia di sostanza particolarmente intensa, poiché ricca di principio attivo). La successiva perquisizione domiciliare permetteva il recupero di ulteriori 120 gr. di marijuana e 10 di hashish, oltre a tre telefoni cellulari, un bilancino elettronico di precisione e altro materiale utile al confezionamento che, unitamente all’autovettura in uso, venivano sottoposti a sequestro.

L’arrestato è stato associato presso la propria abitazione, in regime degli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa di rito per direttissima. Complessivamente, sono stati controllati 143 veicoli, identificate 235 persone, ritirate 3 patenti di guida ed una carta di circolazione. Elevate 12 sanzioni per violazioni al Cds; segnalati all’Autorità Prefettizia due cittadini di Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio, di 26 e 35 anni, per uso personale di sostanze stupefacenti; denunciata a piede libero per oltraggio a P.U. una coppia di marocchini di 38 e 28 anni, che offendevano i militari intervenuti a seguito di un piccolo sinistro stradale in cui rimanevano coinvolti a Sant’Elpidio a Mare, senza coinvolgere altri mezzi.