Ladri al pronto soccorso di San Benedetto. Svaligiata l’ambulanza mentre i soccorritori scortavano il paziente

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Avventura spiacevole per l’equipaggio di un’ambulanza, che ha subìto un furto al pronto soccorso di San Benedetto del Tronto.

Tre soccorritori del 118, dopo aver consegnato al triage un paziente, al momento di tornare nel proprio mezzo che stazionava nella camera calda, hanno fatto l’amara scoperta. Gli sportelli della cabina guida erano entrambi aperti, e subito si sono insospettiti. Appena saliti si sono accorti che mancavano gli oggetti personali dei soccorritori, e immediatamente lo hanno comunicato ai vigilantes, che eseguiranno le dovute verifiche. Il bottino è stato di un marsupio, un portamonete e un power bank.

Un fatto molto grave, già di per sé, ma ai danni di volontari che si impegnano per il sociale lo è ancora di più. La sicurezza consiglia di avvertire immediatamente, se si notano movimenti sospetti accanto alle ambulanze, e si invita alla sensibilizzazione, soprattutto perché dopo i furti le ambulanze, per verificare che non manchi nulla dal vano sanitario e per eseguire la sanificazione preventiva, rimangono momentaneamente non operative, e questo significa avere un mezzo di emergenza in meno che lavora sul territorio. Tra l’altro non è la prima volta che si verifica un episodio del genere.