Incendio di Martinsicuro, valutazione rischio di danno ambientale. Il sindaco: “Tenete chiuse porte e finestre”

Print Friendly, PDF & Email

MARTINSICURO – Il Sindaco di Martinsicuro, Massimo Vagnoni, ha firmato un’ordinanza contingibile ed urgente inerente misure di sicurezza precauzionali concernenti l’incendio verificatosi presso il capannone della Ditta Achille Tommolini presso la Statale 16

Nell’ordinanza si specifica come, in via precauzionale e considerato che sono in corso accertamenti da parte degli enti coinvolti (Vigili del Fuoco, Arta e servizi Asl competenti), al fine si verificare la possibile natura delle sostanze immesse in aria a seguito dell’incendio, ai cittadini di Martinsicuro residenti nell’area circostante un raggio di 1 chilometro dall’area dell’immobile oggetto dell’incendio, fino all’acquisizione da parte dell’Ente Comunale della documentazione degli accertamenti eseguiti in merito dagli enti competenti:

Di mantenere la chiusura delle aperture (porte e finestre) delle abitazione e delle attività commerciali, industriali e di servizi, al fine di prevenire un possibile passaggio di inquinanti, compresi gli impianti di areazione forzata;

Il divieto, in attesa di acquisire le rilevazioni degli enti competenti, di raccolta e di consumo di verdura a foglia e di foraggio per animali;

Mentre al Servizio Veterinario Igiene ed Alimenti di Origine Animale della Asl di Teramo di effettuare con urgenza un sopralluogo presso gli stabilimenti di produzione di alimenti di origine animale ubicati nel raggio sopra indicato e comunicarne all’Ente l’esito. Infine, a chiunque, di dare alla presente ordinanza la maggiore diffusione possibile.

“A fini esclusivamente precauzionali e sentiti i servizi sanitari competenti ho emesso questa ordinanza che avrà validità sino alla comunicazione degli esiti delle analisi in corso in riferimento alle sostanze generate dal l’incendio. La macchina comunale e l’Amministrazione tutta restano a disposizione della cittadinanza per ogni chiarimento” conclude il primo cittadino, Massimo Vagnoni.