Fiamme sulle colline, dieci giorni da incubo. Il folle va fermato a tutti i costi

Le conseguenze dell'incendio di domenica pomeriggio a Cupra
Print Friendly, PDF & Email

CUPRA MARITTIMA – Grottammare, Massignano, Ripatransone e soprattutto Cupra Marittima. Sono i quattro comuni che negli ultimi dieci giorni sono stati toccati dal fuoco. Fuoco acceso da una mano umana, quella di un folle che sta seminando il caos lungo un intero territorio. Tutto è iniziato a Massignano, nella zona di Santa Giuliana dove, tra l’altro, durante un pattugliamento di controllo dei focolai, a causa di un malore è anche morto un volontario.

Poi la situazione è precipitata: vari roghi a Cupra poi a Grottammare, a Ripatransone e ancora a Cupra con il piromane che ieri pomeriggio è uscito allo scoperto in pieno giorno andando ad accendere il fuoco nello stesso punto in cui aveva colpito meno di 48 ore prima.

Una situazione assolutamente pericolosa con comuni e forze dell’ordine che hanno a questo punto l’obbligo di intervenire in maniera risolutiva e fermare, una volta per tutte, il piromane delle colline.


© RIPRODUZIONE RISERVATA