venerdì 1 Luglio 2022 – Aggiornato alle 15:29

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Cronaca

E’ stata la notte dei contatori in fiamme. Pompieri al lavoro a Cossignano e Acquaviva. Cinque persone evacuate

Il primo intervento è stato effettuato in via Mascitti su una casa dislocata su due piani. Quindi in piazza della Libertà
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
COSSIGNANO

Notte di grande lavoro per  vigili del fuoco chiamati ad intervenire prima a Cossignano e poi ad Acquaviva per lo stesso identico motivo: in entrambi i casi si è trattato di un cortocircuito che ha interessato i contatori elettrici di due abitazioni. Cortocircuiti che hanno scatenato incendi che hanno poi portato all’inevtiabile dichiarazione di inagibilità dei due stabili. In tutto cinque persone sono rimaste fuori casa in attesa di lavori di ripristino degli impianti elettrici che dovrà essere effettuata prima di poter nuovamente tornare ad abitare nei due appartamenti interessati dai roghi.

Ma andiamo con ordine. Il primo allarme è partito da Cossignano poco dopo la mezzanotte. In via Igino Mascitti (una strada che collega la Cuprense con il centro storico) il contatore di un’abitazione dislocata su due piani ha infatti improvvisamente preso fuoco. Sono subito stati chiamati i pompieri del distaccamento di San Benedetto che hanno raggiunto l’area mettendosi immediatamente al lavoro. Le persone che abitano la struttura, una famiglia di tre persone al piano sottostante e un’anziana donna al piano superiore, si erano già messe in salvo anche se sul posto è comunque stato richiesto l’intervento del personale sanitario per visitare i residenti (che stavano per fortuna tutti bene).

I pompieri hanno spento il fuoco e messo la situazione in sicurezza supportato dai carabinieri della stazione di Ripatransone e da quella del Nucleo Operativo e Radiomobile di San Benedetto. L’intervento, portato avanti anche insieme ai tecnici dell’Enel, è terminato intorno alle 3 del mattino. La casa è stata dichiarata momentaneamente inagibile fino al ripristino della situazione di normalità dell’impianto della rete elettrica.

Ma subito dopo è arrivata, alla centrale operativa dei pompieri, un’altra chiamata. Questa volta l’allarme arrivava da Acquaviva Picena, da un’abitazione di piazza della Libertà, lo slargo che costeggia via Roma nella zona centrale del paese, dove si era verificato il medesimo problema. Anche in questo caso il contatore aveva preso fuoco. La casa in questione è abitata da un anziano. Anche lui non è potuto rientrare in casa e non potrà farlo fino al ripristino della situazione di normalità per l’impianto elettrico domestico.

jako

Ultime notizie

menoamara

TI CONSIGLIAMO NOI…