mercoledì 7 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 15:17
mercoledì 7 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 15:17

Dopo la lite accoltella un 50enne al mercato. Bloccato dai passanti, arrestato dai carabinieri

Prima aveva provato a fare la stessa cosa all'interno di un bar
marina 250

MONTEGRANARO
I Carabinieri della Stazione di Montegranaro hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Fermo un marocchino 43enne per lesioni personali aggravate, minaccia aggravata e porto ingiustificato di armi o strumenti atti ad offendere. Il pomeriggio del 12 ottobre a Montegranaro, nel corso dei festeggiamenti del Santo Patrono, un nordafricano ha aggredito un connazionale, suo coetaneo, all’interno di un bar, probabilmente per vecchi rancori tra i due, tentando di colpirlo all’addome con un coltello a serramanico.

Tuttavia, non è riuscito nell’intento grazie alla reazione della vittima, che ha schivato il fendente. Poco dopo, lo stesso aggressore, per motivi in corso di accertamento ha avuto un diverbio con un 50enne italiano di origini pugliesi, al culmine del quale quest’ultimo ha riportato una lieve ferita da taglio al volto, procurata quasi sicuramente con lo stesso coltello del primo episodio. Nel corso della seconda aggressione, avvenuta tra le bancarelle presenti nel centro cittadino per la festa, il 43enne è stato bloccato e disarmato da alcuni presenti, che lo hanno poi consegnato ai Carabinieri immediatamente giunti sul posto. Al termine degli accertamenti, quindi, dopo aver raccolto le testimonianze dei presenti ed ottenuto il riconoscimento dell’aggressore da parte delle vittime, i militari hanno denunciato il magrebino, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica Fermana per i reati di lesioni personali aggravate, minaccia aggravata e porto ingiustificato di armi o strumenti atti ad offendere.

Inoltre, vista la pericolosità sociale del soggetto, già noto alle Forze dell’Ordine, i militari hanno richiesto ed ottenuto dalla locale Questura, la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dal comune di Montegranaro per la durata di tre anni. Misura che gli stessi Carabinieri hanno notificato all’interessato, intimandogli di fare immediato rientro nel comune di Civitanova Marche, ove lo stesso risiede, senza fare più ritorno, per i prossimi tre anni, nel comune di Montegranaro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

conad 250
Pappa e Ciccia

TI CONSIGLIAMO NOI…