Cupra, tentano la truffa dell’eredità a un’anziana. Il bancario la salva e chiama i carabinieri

Print Friendly, PDF & Email

CUPRA MARITTIMA – E’ stato un solerte funzionario di banca a sventare una truffa ai danni di un’anziana che stava per consegnare cinquamila euro nelle mani di due malfattori. I due avevano infatti circuito la donna con con la solita storia dell’eredità. E’ accaduto a Cupra Marittima. L’anziana, stando al loro raggiro, avrebbe infatti potuto percepire 150 mila euro, lasciatele da un non meglio identificato parente scomparso, a patto che versasse, per tempo, cinquemila euro di spese di segreteria. La poverina c’è cascata in pieno, è andata in banca e ha chiesto al banchiere la cifra richiesta dai due. L’impiegato dell’istituto di credito, stupito dalla richiesta di quella non trascurabile cifra, ha chiesto spiegazioni alla donna che gli ha raccontato il fatto.

Così l’uomo ha chiamato i carabinieri che hanno raggiunto la zona con una pattuglia. Quando la donna è uscita (senza i cinquemila euro) i militari hanno visto due persone avvicinarsi a lei e sono entrati in azione. Li hanno bloccati e controllati. Si trattava di due persone di origini siciliane già note alle forze dell’ordine. Non essendoci stata la flagranza del reato sono stati denunciati e non arrestati. La donna ha così potuto evitare la truffa e tenersi i suoi soldi.

CONDIVIDI