Controlli della polizia, intercettato un uomo con tante false identità. Nei guai anche una donna ucraina

Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Sono proseguiti anche nel pomeriggio di ieri nella località Tre Archi di Fermo, i controlli della Squadra Mobile, Squadra Volante e Polizia Scientifica della Questura con il Reparto Prevenzione Crimine di Pescara e l’unità cinofila della Guardia di Finanza. Verifiche sono state fatte, inizialmente, agli appartamenti recentemente chiusi per evitare l’accesso di soggetti dediti alla commissione di reati, senza riscontrare attuali tentativi di forzature. Con gli uomini del Reparto Prevenzione Crimine si è proceduto anche al controllo di esercizi di somministrazione ed agli avventori degli stessi, oltre alla effettuazione di posti di controllo che hanno portato all’identificazione di numerose persone, sia appiedate che a bordo di veicoli in transito.

La Volante, in particolare, rintracciava un giovane cittadino centroafricano, sprovvisto di documenti, il quale veniva accompagnato in Questura per essere identificato. A seguito degli accertamenti svolti dall’Ufficio Immigrazione, lo straniero, con numerosi alias, è risultato essere ricercato per la notifica di un provvedimento di diniego richiesta di asilo, e successivamente venivano emessi nei suoi confronti i provvedimenti amministrativi previsti dalla normativa in materia. Una cittadina ucraina, clandestina in Italia, veniva sottoposta, sempre dall’Ufficio Immigrazione, ad una misura alternativa al trattenimento presso un C.P.R.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI