Cinque comuni, una sola ambulanza. La Croce Verde di Montefiore costretta a dimezzare i servizi: “L’Asur ne rimborsa solo la metà”

Print Friendly, PDF & Email

MONTEFIORE DELL’ASO – Da alcune ore i volontari della Croce Verde di Montefiore dell’Aso, realtà che serve i territori di Montefiore, Carassai, Massignano, Ripatransone e Cossignano, ha dovuto ridurre i propri servizi alla popolazione. Questo almeno fino alla metà del mese di agosto. I motivi sono legati al fatto che l’associazione non è più in grado di fare fronte alle spese necessarie per garantire la copertura dei turni per tutte le ventiquattro ore della giornata. L’Asur rimborsa infatti soltanto dodici ore. “Abbiamo però sempre ritenuto che fosse giusto coprire il nostro territorio ventiquattro ore su ventiquattro – spiegano dall’associazione -. Oggi purtroppo non siamo più in grado di sostenere quella spesa”. Questo significa che di notte ci sarà soltanto una ambulanza per i cinque comuni in quanto i turni saranno divisi con la Croce Azzurra di Ripatransone. “Confidiamo – fanno sapere dall’associazione – che qualche aiuto, nelle prossime settimane, possa arrivare”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA