Cento posti di Rianimazione tra San Benedetto, Fermo, Pesaro e Jesi. Le Marche si preparano all’eventuale seconda ondata

Print Friendly, PDF & Email

Cento posti di terapia intensiva. Altrettanti di terapia sub-intensiva. Sono i dettami del Decreto Rilancio per quanto riguarda la possibile seconda ondata di contagi che potrebbe registrarsi dopo l’estate. Le Marche dovranno dotarsi di questi nuovi posti letto che saranno distribuiti tra quattro ospedali: il Madonna del Soccorso di San Benedetto, il Murri di Fermo, Marche Nord a Pesaro e l’Urbani di Jesi.

Entro il 17 giugno Ceriscioli dovrà presentare a Roma il piano di di prevenzione dell’eventuale seconda ondata e per questo motivo, proprio nelle ultime ore, sono iniziati i dialoghi con i vertici dell’Asur e delle Aree Vaste al fine di pianificare le trasformazioni e le modifiche che dovranno interessare i quattro nosocomi. A questi numeri si aggiungono, ovviamente, quelli del Covid Center di Civitanova Marche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA