lunedì 26 Settembre 2022
Ultimo aggiornamento 17:32

      FERMO       MACERATA       ANCONA       PESARO-URBINO       DALL’ABRUZZO      

logopng
lunedì 26 Settembre 2022
Ultimo aggiornamento 17:32

PUBBLICITA’ ELETTORALE

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Caso Matteuzzi, il ministero apre un’inchiesta. Il Procuratore: “Non è stata malagiustizia”

Marta Cartabia ha chiesto agli uffici di "svolgere con urgenza i necessari accertamenti preliminari"

PUBBLICITA’ ELETTORALE

  
weedy

Alessandra Matteuzzi , la donna uccisa a Bologna dal marchigiano Giovanni Padovani, a fine luglio aveva presentato denuncia contro l’ex compagno, dal quale si era lasciata da qualche mese. Sarebbe arrivato mercoledì a Bologna in aereo dalla Sicilia e poi sarebbe andato ad attendere la donna sotto casa.

“In questa vicenda non si può affatto parlare di malagiustizia”. Lo dice al Gr1 il procuratore di Bologna Giuseppe Amato, sulla morte di Alessandra Matteuzzi, uccisa dall’ex compagno, che aveva denunciato per stalking. “La denuncia – dice Amato – è stata raccolta a fine luglio, il primo agosto è stata iscritta e subito sono state attivate le indagini che non potevano concludersi prima del 29 agosto perché alcune persone da sentire erano in ferie. Quello che potevamo fare lo abbiamo fatto”. Dalla denuncia, secondo Amato, “non emergevano situazioni di rischio concreto di violenza, era la tipica condotta di stalkeraggio molesto”.

La ministra della Giustizia, Marta Cartabia, attraverso il suo Gabinetto, ha chiesto agli uffici dell’Ispettorato di “svolgere con urgenza i necessari accertamenti preliminari, formulando, all’esito, valutazioni e proposte”. Un’iniziativa presa a fronte delle ricostruzioni di stampa sul femminicidio di Bologna. E’ quanto si apprende da fonti di via Arenula.

salute 23
centrotermica 250

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

valelab
Avis Sbt 250
stuzziko

TI CONSIGLIAMO NOI…