Casa di Alice, confermata la condanna per l’educatrice al processo bis

Print Friendly, PDF & Email

Due anni di reclusione ed un maxi risarcimento alle parti civili. A quasi cinque anni di distanza dall’esplosione della vicenda su Casa di Alice è arrivata oggi la sentenza della Corte di Appello di Ancona che ieri si è espressa sull’unica imputata del procedimento bis, all’epoca dei fatti operatrice del centro finita nell’inchiesta aperta nelle settimane successive l’esplosione del caso.

La lettura del lungo dispositivo della sentenza è avvenuta intorno alle 15.30. La Corte di Appello ha confermato la condanna inflitta dal Tribunale di Fermo a due anni di reclusione all’imputata per maltrattamenti nei confronti quattro ragazzi disabili che frequentavano Casa di Alice. E’ stato stabilito anche un risarcimento in favore delle parti civili.

CONDIVIDI