Blitz di Grottammare, il sindaco: “In quel cortile c’erano gas e quintali di legna”

Print Friendly, PDF & Email





GROTTAMMARE – Sullo sgombero effettuato questa mattina nell’area di Montesecco, con un massiccio blitz delle forze dell’ordine, è intervenuto anche il sindaco di Grottammare Enrico Piergallini: “La situazione si è aggravata negli ultimi 18 mesi – spiega il primo cittadino – Nel corso dei quali l’accumulo di legname ha preso i connotati di una vera e propria fortificazione. Falliti i tentativi diplomatici, abbiamo dovuto avviare un delicato iter che, dopo le dovute analisi e i sopralluoghi da parte dei vigili del fuoco, hanno condotto alla decisione di intervenire mediante ordinanza sindacale”.

“Una catasta di legname di quelle dimensioni rappresenta un pericolo – continua – Senza contare che inizialmente oltre alla legna erano state accatastate anche diverse bombole di gas. Nel momento in cui i vigili del fuoco hanno confermato l’esistenza di un rischio importante per la sicurezza, abbiamo deciso di intervenire”.

Il legname è stato sgomberato in mattinata a seguito dell’intervento delle Forze dell’Ordine e sarà provvisoriamente stoccato in uno spazio di proprietà della Picenambiente.




© RIPRODUZIONE RISERVATA