Martinsicuro, arrestato per persecuzioni sulla madre il marittimo rimasto 40 ore in mare aperto

Print Friendly, PDF & Email

MARTINSICURO – I Carabinieri di Martinsicuro hanno tratto in arresto, ieri pomeriggio, un pescatore 35enne di Martinsicuro con le accuse di di maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e porto di coltello del genere proibito. Il 35enne era già balzato agli onori delle cronache per essere rimasto, inseguito al naufragio della propria piccola imbarcazione, per 40 ore in mare alla deriva ed essere sopravvissuto.

L’uomo, stando a quanto riferiscono i carabinieri, sarebbe stato bloccato, mentre tentava di fuggire dalla propria abitazione, al termine di un litigio con la madre. Il tutto sarebbe conseguenza di una situazione di particolare difficoltà venuta proprio in seguito all’incidente in mare in seguito al quale l’uomo è stato costretto a pagare una salata multa pur non avendo più la possibilità di lavorare. Avendolo visto particolarmente agitato la donna ha chiamato i carabinieri.

CONDIVIDI