Ancona, ragazzina di 15 anni violentata in spiaggia

Print Friendly, PDF & Email

ANCONA – Una ragazzina italiana di 15 anni ha riferito di essere stata violentata ieri sera ad Ancona, alla spiaggia del Passetto. Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia e i soccorritori della Croce Gialla, che hanno portato via la quindicenne in barella per trasferirla in ospedale. Secondo quanto riferito dalla minorenne, a violentarla sarebbe stato un coetaneo, anch’egli italiano. Indagano la squadra mobile di Ancona e la Procura dei minori del capoluogo marchigiano.

Ci sarebbe anche un testimone che, stando a quanto riporta l’Ansa, ha affermato di averla aiutata a camminare e a chiedere aiuto. “Non si reggeva nemmeno sulle sue gambe. Chiedeva aiuto e ripeteva che era stata stuprata”. L’uomo è stato attirato dalle urla di aiuto, mentre finiva la cena con un gruppo di amici. Ha visto arrivare la ragazza da dietro le scogliere, tra la seggiola del papa e lo specchio d’acqua del quadrato. “Non era ferita però non era in sé – racconta l’uomo -. Dietro di lei sono arrivati una coppietta e un ragazzo. Volevano portarla via, dicevano che non era successo nulla ma lei ripeteva che era stata stuprata riferendosi al ragazzino che l’aveva raggiunta. Così mi sono opposto. Le ho chiesto l’età, era una minorenne e ho detto loro che dicevo avvisare la famiglia”.

CONDIVIDI